Potrebbe essere una gengivite o parodontite. Pertanto occorre prendere un appuntamento e scoprire la causa. Anche se il problema passa in qualche giorno la causa è rimasta e il problema si ripresenterà se non si fa una corretta diagnosi. Generalmente per paura si smette di lavarsi i denti. Invece bisogna insistere a rimuovere la placca che accumulandosi provoca una gengivite sempre più grave con continuo sanguinamento. Invece, spazzolando i denti, anche se all’inizio il sanguinamento aumenta non bisogna spaventarsi, anzi bisogna continuare nel frattempo prendere un  appuntamento. I pazienti si dividono in due categorie. Quelli a cui non importa nulla e continuano ad avere il sanguinamento perchè pensano che sia una sciocchezza fin tanto che i denti cominciano a muoversi tutti e ad essere espulsi dalla bocca. Questo è un modo che ha l’organismo di espellere automaticamente i denti infetti e lo fa distruggendo l’osso attorno alle radici dentali. Poi ci sono pazienti,  al contrario, che sono superansiosi immaginando chissà quali problemi drammatici si nascondono dietro ad un cuscino macchiato di sangue. In ogni caso se le gengive sanguinano non è normale. Quindi il dentista dovrà fare una dignosi di gengivite, o parodontite tramite sondaggio e radiografie. La malattia delle gengive si può curare o fermare purchè si arrivi in tempo  fare una diagnosi corretta. fare una diagnosi per telefono è come dare i numeri al lotto.

Si tratta di un dolore gengivale che passa dopo aver usato il filo interdentale ed aver tolto del cibo che si ferma sotto gengiva tra un dente e l’altro. E’ dovuto allo spazio aumentato tra un dente e l’altro o per spostamento del dente o per una otturazione che non chiude bene a livello del punto di contatto tra dente e dente. In questo caso la cosa non si risolve se non si provvede a ristabilire l’anatomia corretta tra dente e dente.

Se i denti si stanno spostando e affollando davanti occorre fare una diagnosi. Occorre sapere se è stata fatta una terapia ortodontica e da quanto tempo, occorre studiare l’occlusione per vedere se ci sono punti di precontatto con scivoloamento della mandibola in avanti, occorre sapere se ultimamemnte o in passato è stata applicata una protesi e studiare la protesi, occorre sapere se si serra o si bruxa, in altri termini le cause possono essere infinite bisogna fare una visita e studiare l’occlusione per sapere il motivo. Fare una diagnosi per telefono è come dare il numeri al lotto.

Il dolore al dente può essere dovuto ad una carie e la pressione stimola il nervo. Occorre recarsi immediatamente dal dentista. Se il dolore non passa con analgesici probabilmente è una infiammazione irreversibile del nervo per cui occorre eseguire una terapia canalare. Il dolore che dal dente o dalla arcata si irradia alla testa o all’orecchio è dovuto sempre alla infiammazione del nervo dentro in dente che si irradia verso le connessioni nervose. Non c’è antidolorifico che tenga: bisogna recarsi dal dentista che provvederà a far cessare immediatamente il dolore ed istituire la terapia può idonea. Aspettando, il dolore diventa sempre più ingravescente fino alla formazione di un ascesso la cui evoluzione può essere più o meno grave. In questo caso assumere antibiotici. Fare una diagnosi per telefono è come dare i numeri al lotto.

Le tecniche per rendere i denti più bianchi sono tante, ma bisogna prima sapere perchè i denti sono di un colore sgradevole. Le cause sono tantissime. Ad esempio potrebbero essere delle semplici macchie superficiali, e allora basta fare una igiene professionale. Oppure sono dovute all’invecchiamento fisiologico, e allora si può fare uno sbiancamento professionale o a casa. Oppure le macchie sono dovute alle tetracicline oppure a fluorosi o ad altre cause. Ogni causa ha un suo specifico trattamento fino ad arrivare alle faccette in ceramica. Dire per telefono se fare una pulizia oppure uno sbiancamento oppure le faccette è come dare i numeri al lotto.

I bambini vanno visitati appena possibile. Anche i denti di latte vanno curati sia per evitare la brutta esperienza del dolore da carie, sia perchè sono una guida ai denti permanenti che sono al di sotto e che possono erompere storti. Inoltre durante le visite si  orientano i genitori verso una dieta per loro figli priva di zuccheri, priva di cattive abitudini che hanno a che fare con la pigrizia, con la mancanza di disciplina nello spazzolare i denti. L’informazione e la conoscenza si apprendono dal dentista che saprà loro dare consigli pratici per evitare problemi dei denti dei loro figli

Le richieste di informazioni più frequenti

Domande Più Frequenti

Le faccette in ceramica cambiano completamente il nostro sorriso e lo rendono più piacevole e gradevole. Possono essere inserite tramite tecnica miniinvasiva a partire dalla maggiore età. Oltre che per cambiare forma e colore dei denti possono servire anche per chiudere gli spazi fra i denti o per “raddrizzare” denti storti senza ricorrere alla ortodonzia, però occorre sapere che per ottenere il risultato bisogna limare i denti sufficientemente. La durata dipende dalla cura con la quale si mantengono i lavori nella propria bocca, quindi non bisogna stressare la ceramica con cibi duri allo stesso modo dei denti naturali che si spaccano ugualmente. Attenzione quindi ai cibi che contengono noccioli, ossa, e in genere tutto quanto frattura i denti naturali frattura anche le ceramiche.

Gli interventi chirurgici oggi sono del tutto indolori, se mai il problema è psicologico. In questi casi ci si può avvalere della sedazione cosciente somministrata da un anestesista. Il paziente è perfettamente cosciente, ma è molto tranquillo al punto che non si accorge che l’intervento è finito e non ha alcuna esperienza sgradevole. Tale tranquillità e assenza di dolore perdura anche dopo l’intervento chirurgico. Successivamente gli analgesici sono in grado di controllare il dolore fino alla completa remissione.

Gli impianti una volta osseointegrati soggiacciono alle stesse leggi dei denti naturali. Quanto dura un dente naturale? Dipende! I denti si perdono per incuria, dobbiamo aver cura dei nostri denti naturali che la natura espelle se abbandonati a se stessi e  trattiamo male! Anche gli impianti sono soggetti alle stesse leggi cui soggiacciono i denti naturali. Occorre prendersene cura. Andare ai controlli, fare igiene. E se abbiamo persi i denti per incuria e non cambiamo filosofia di vita è inutile attendersi una durata maggiore degli impianti, anzi, gli impianti si difendono meno dall’incuria del paziente. Gli impianti sono la seconda occasione che la scienza odontoiatrica ci da e per mantenerli occorrono sacrifici maggiori rispetto a quelli che abbiamo fatto per i denti naturali, ad esempio smettendo di fumare. Il fumo determina una maggiore perdita di impianti è bene saperlo. Gli stessi batteri che colonizzano i denti e provocano la parodontite, possono attaccare gli impianti causando la loro perdita.

Il diabete compensato non costituisce alcuna controindicazione all’inserimento degli impianti. Tuttavia solo se il comportamento virtuoso , la disciplina e la costanza nei controlli, nella pulizia, nelle norme igieniche , nello smettere di fumare lasciano campo alla pigrizia e all’incuria. Purtroppo la medicina non è democratica, o si fa cosi’ o non vale la pena sottoporsi ad un intervento per ripristinare la masticazione, meglio mantenersi la dentiera.

Domande e Risposte

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi