Informazioni In Breve

La mancanza di uno o più denti può mettere a rischio la salute orale. Gli altri denti, infatti, tendono a spostarsi per riempire lo spazio vuoto, modificando il modo in cui le arcate dentarie ingranano fra di loro. Muscoli, ossa e articolazioni, poi, possono risertirne e la masticazione può risultare difficile o dolorosa. I denti che hanno cambiato posizione possono diventare difficili da pulire correttamente, causando carie e disturbi gengivali. Inoltre la mancanza di uno o più denti, o la presenza di denti molto danneggiati, compromette l'estetica della bocca, creando disagio e condizionando negativamente il rappoorto con gli altri.

Research Details

Come sostituire i denti mancanti?

Corone, ponti, inlay, onlay, overlay

Tra le soluzioni più frequenti per la sostituzione di un dente mancante c’è l’impiego di protesi fisse, in particolare corone e ponti. Una corona (spesso chiamata capsula) è un manufatto che ricopre la parte masticante del dente. E’ impiegata per ricostruire i denti danneggiati dalla carie o fratturati, o per correggere difetti estetici.

Un ponte invece sostituisce uno o più denti mancanti. E’ formato da denti naturali ricoperti da corone (o capsule), i pilastri del ponte,che sorreggono uno o più denti artificiali.

Corone e ponto possono essere costituiti di diversi materiali: oro o altri metalli, porcellana, resina, combinazioni metallo-porcellana o metallo resina. In generale il metallo offre maggiori garanzie di resistenza, mentre la porcellana assicura una estetica ottimale. Il dentista consiglierà il materiale più adatto al caso specifico.

01

Client

Wilson & Sons Co.

03

Date

April 21, 2019

02

Our Role

Dentist

04

Category

Teeth Whitening

Procedura

Nella prima seduta è eseguita la preparazione dei denti da ricoprire con una corona ( i denti pilastro, nel caso del ponte): i denti sono ridotti e modellati in modo da permettere l’alloggiamento della corna o del ponte. Viene presa una impronta dei denti preparati, dei denti vicini e di quelli dell’arcata opposta. Il dentista prepara una protesi provvisoria (corona o ponte), che protegge i denti preparati tra una seduta e l’altra.

Le impronte sono inviate al laboratorio che realizza la protesi definitiva in un periodo tra le due e le tre settimane. nella seconda seduta la corona o il ponte definitivo sono inseriti al posto della protesi provvisoria. ne viene controllata la forma, il colore, il rapporto con i denti opposti; Se necessario il dentista apporta alcune modifiche alla protesi o la invia al laboratorio per gli eventuali ritocchi. L’ultimo passaggio è la cementazione della corona o del ponte definitivi.

I provvisori sono provvisori

I provvisori possono rimanere in bocca per un limitato periodo di tempo in quanti, non essendo sufficientemente precisi ed essendo di resina, si possono rompere, si infiltrano e la carie distrugge i denti su cui sono inseriti, con il risultato che dopo qualche mese o qualche anno i denti sono distrutti al punto di doverli togliere tutti.

Comportamento da tenere con i provvisori

Evitare cibi troppo duri o appiccicosi, spazzolare delicatamente intorno alla protesi, usare il filo interdentale rimuovendolo lateralmente e non tirando verso lo'alto o verso il basso, chiamare il dentista se il provvisorio si sposta o viene via

Chiama se.....

I denti diventyano sensibili al caldo, al freddo o alla masticazione; senti dolore o fastidio ij bocca; il ponte o la corona si allentano o si staccano. In questo caso è importante non provare a fissarli da soli.
img-03
img-04
img-01
img-02

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi